La Sartoria

Sono felice di accoglierti nel mio atelier virtuale, un luogo che non ha indirizzo ne muri, ma che saprà comunque darti il benvenuto! Insieme a me, ci sono anche le mie fidate e talentuose sarte, che mi aiutano nella realizzazione dei miei capi. Ho pensato di fartele conoscere, perchè questo è il mio modo di ringraziarle per l'impegno e la professionalità, che ci mettono in questo progetto!  
Qui inoltre, troverai un prezioso aiutante: il mio manichino, che ti guiderà nel  capire meglio come prendere le tue misure e confrontare la vestibilità dei capi che ti propongo e trovi nello shop; in questo modo potrai essere sicura della taglia più giusta per te! 

       

        

        

 

                                         LA MIA SQUADRA

                                     

                                 VALENTINA VILLA "la timida"

Nonostante le nonne brave, non sono state loro a trasmettere la passione per la sartoria a Valentina, ma i film storici e in costume. Comincia così a seguire qualche lezione di cucito, anche se la svolta per lei, avviene quando conosce un sarto della sua zona che la prende in bottega per imparare. Decide quindi di lasciare l'università e di dedicarsi a questo nuovo lavoro. Dopo qualche mese viene ammessa all'Accademia del Teatro della Scala, dove studia costume storico e sartoria teatrale. Attraverso questa esperienza, frequenta anche uno stage nell'alta moda, ma dopo il suo girovagare, ritorna al suo primo amore, la bottega, lavorando per un anno in sartoria maschile. Per Valentina è stato amore a prima vista, scattato quando durante il nostro primo colloquio, ridendo le ho visto nascondersi timidamente il viso tra le mani. Amo la sua precisione, serietà e calma,  riconoscerei tra mille una camicia fatta da lei! Attualmente vive e lavora in provincia di Torino. 

 

                                         

                                        VALERIA PIZI "la monella"

Si definisce una salvatrice di capi, ama le loro cicatrici, i rammendi, la loro storia vissuta e con lei condivido la filosofia del riciclo. Talvolta fa un uso improprio dei materiali è infondo una sperimentale, influenzata forse dal lavoro svolto in una sartoria teatrale e da un intero anno trascorso, a lavorare nello studio di un' artista Romano, occupandosi di modellini per le installazioni. La mano di velluto però, forse l'ha perfezionata quando ha cominciato a lavorare per un atelier, che realizzava soprattutto abiti da cerimonia. Si è messa alla prova con tessuti difficili, preziosi, tanto leggeri da richiedere interventi meticolosi e precisi e completamente fatti a mano. Con Valeria studio sopratutto i prototipi e i cartamodelli, mi confronto sulle modifiche e le visioni futuristiche del lavoro, perchè ha un approccio frizzante e veloce! Attualmente lavora e vive in un paesino delle Marche e prima o poi ci aspetterà una bisboccia insieme :)